Alessandro

Patrizia Frachelle

Premio di Poesia Scrivere 2011
Tema libero

“… ma quando lui usciva dalla tenda non osavano / nemmeno guardare:/ sapevano che c'era la sua ombra sola davanti al mare”
(Roberto Vecchioni)


Io l’ho seguito così
perché non potevo farne a meno
perché era bello
ed era biondo
coi capelli lunghi al vento
e due occhi
il blu e quello marrone
limpidi come di bambino

e il bambino vedeva un monte
e dietro il monte un mare
e dietro il mare steppe e pianure
senza fine

tutto senza fine
per quell’ansia che lo divorava
per la febbre che gli tagliava le labbra
e accendeva brividi alle spalle

Entro l’occhio blu
anch’io vedevo
le montagne che vedeva lui

Ne abbiamo fatto di deserto
dietro a un sogno
la Battriana montuosa
di ghiaia e terre assetate
le dune infinite
ricamate dal vento
e le vette imperiose
della Sogdiana

ed ogni piana era una città

aveva un’ansia di bambino
che tema d’essere scordato
e perché il tempo conservasse
le sue orme
ad ogni sosta costruiva
una rocca una città

conquistava e costruiva
e ad ogni città dava il suo nome
ad ogni città persa
nella Battriana assolata

Così quando ci disse
che si partiva
dalla tenda era uscito
coi suoi occhi di febbre
Altre terre
diceva
ci sono altre terre
oltre l’Indo
dopo Poro
altre terre

io non vidi i miei anni
trascorsi a seguirlo
su distese di ciottoli e sabbia
nell’arida Corasmia
non contai gli inesorabili anni
ad attendermi
senza aver nulla goduto
della fiorente giovinezza

vidi invece
la piaga del mio cuore in attesa
e la promessa del suo occhio
blu e innocente

per questo partii

…..

Ma ancora adesso
dopo anni di giungle
tempestate di mangrovie
intrecciate di liane e radici
alla ricerca delle foci dell’Indo
e dei flutti di Oceano profondo
oltre l’Ifasi placido
fra le piogge che spalmavano gli acquitrini

ancora adesso
che si torna indietro
e qualcuno canta
fra il cigolio delle armi
perché rivedrà casa
dei figli e una sposa

io lo seguirei

perché ancora vedo
nell’occhio blu
il sogno che lo brucia
e lo divora
ansante
e il suo sogno è divenuto il mio

verranno altri deserti
di sabbia che sfugge dalle dita
altri monti e placidi fiumi
chiederà un altro viaggio Alessandro
non so per dove
nascerà da lui un altro sogno
ma chiederà di certo

ed io quel giorno
rifatto nuovo
come lui innocente
io lo seguirò
……………………..

Patrizia Frachelle

Le sue poesie

Premio di Poesia Scrivere 2011




Il libro del Premio 2014

Il libro del Premio Scrivere 2014
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2014, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Il libro del Premio 2013

Il libro del Premio Scrivere 2013
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2013, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Il libro del Premio 2012

Il libro del Premio Scrivere 2012
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2012, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Con il patrocinio di

Roma Capitale

Il libro del Premio 2011

Il libro del Premio Scrivere 2011
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Il libro del Premio 2010

Il libro del Premio Scrivere 2010
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori

Il libro del Premio 2009

Il libro del Premio Scrivere 2009
Tutte le poesie che hanno partecipato
al Premio di Poesia 2009
sono raccolte nel volume edito
dalla Casa Editrice Kimerik.

Il libro del Premio 2008

Il libro del Premio Scrivere 2008
Tutte le poesie che hanno partecipato
al Premio di Poesia 2008
sono raccolte nel volume edito
dalla Casa Editrice Kimerik.